Attualità | 03 aprile 2024, 10:20

Testolin, 'possibile revisione della legge regionale sui mutui agevolati'

Testolin, 'possibile revisione della legge regionale sui mutui agevolati'

E' state depositata venerdì 29 marzo la sentenza della Corte costituzionale che conferma in parte la legittimità dell'articolo 80 della legge regionale 3 del 2013 su 'Disposizioni in materia di politiche abitative'.

Il dispositivo è ritenuto corretto laddove prevede, ai fini dell’accesso al mutuo agevolato per il recupero di fabbricati, i requisiti della residenza protratta da almeno otto anni in Valle d'Aosta e della cittadinanza italiana o di uno dei Paesi dell’Unione europea.

"A tal proposito - ha detto oggi il Presidente della Giunta, Renzo Testolin, aprendo i lavori del Consiglio Valle - è bene evidenziare come la Corte abbia confermato la legittimità della norma regionale nella parte in cui stabilisce, in alternativa al requisito della proprietà protratta da almeno 15 anni, quello della residenza da almeno otto anni nel territorio regionale. E’ stato, infatti, ritenuto come non travalichi il limite della manifesta irragionevolezza la scelta del legislatore regionale di valorizzare il radicamento territoriale nell’accesso a un beneficio finalizzato proprio al recupero di alcuni ambiti del territorio regionale, adottando la lungo residenza come requisito che è alternativo ad altro e che non determina una assoluta e definitiva esclusione dall’agevolazione".

La Corte si è, invece, pronunciata in maniera contraria rispetto al comma 1 all’articolo 80 che limita l’accesso al finanziamento agevolato ai cittadini extra Unione Europea.

"A seguito di tale pronuncia - ha sottolineato Testolin - tale disposizione è, dunque, da ritenersi annullata e quindi inapplicabile. In sede di manutenzione dell’ordinamento si potrà valutare se procedere all’abrogazione espressa della disposizione".

pa.ga.

Ti potrebbero interessare anche: