Cronaca | 05 settembre 2023, 20:40

'Chi è il folle che ha fatto volare il suo drone a due metri da noi mentre salivamo la parete?'

Le regole sul comportamento da mantere in montagna, soprattutto quando si sale lungo vie alpinistiche, sembrano essere state dimenticate stando alla lettera infilata oggi nel nostro Tiroir da un lettore-scalatore...

'Chi è il folle che ha fatto volare il suo drone a due metri da noi mentre salivamo la parete?'

Un'esperienza simile non mi era finora mai capitata e spero non mi capiti mai più. Domenica scorsa io e il mio compagno di cordata stavamo salendo lungo la via normale verso Punta Tsan, la vetta che domina Torgnon, quando abbiamo notato avvicinarsi a noi un drone.

Il volo dell'apparecchio non ci è sembrato particolarmente stabile e preciso e di questo abbiamo avuto conferma quando, dopo aver praticamente puntato su di noi, il drone ha 'sterzato' bruscamente rimanendo però alla nostra altezza, quasi 'accompagnandoci' durante l'ascesa per diversi minuti, prima di ridiscendere in basso e scomparire, finalmente, alla vista. Mi chiedo: chi era il folle che ha pensato bene di librare nell'aria il minivelivolo, ben consapevole (come avrebbe potuto non vederci?) che noi eravamo lungo la via di salita? Si è reso conto che una folata di vento più forte del normale o una sua cattiva manovra piuttosto che un malfunzionamento, avrebbero potuto avere conseguenze gravi per chi si fosse trovato nella traiettoria di volo?

Non si fanno volare droni lungo vie alpine di salita quando si vede con chiarezza che vi sono persone lungo il tracciato! Mi auguro che quello sconsiderato hobbysta domenicale legga queste righe e possa rendersi conto del pericolo che ci ha fatto correre!

Lettera firmata

------------------------------------------------------------------------------------------

Per consultare altre lettere indirizzate al Le Tiroir potete cliccare questo link https://www.laprimalinea.it/sommario/argomenti/le-tiroir.htm l oppure direttamente nel box in fondo pagina o a lato, sulla rubrica chiamata 'LE TIROIR, il contenitore di tutte le lettere finora pervenute e  pubblicate dalla nostra redazione.

Questo spazio è dedicato esclusivamente ai nostri lettori: siete voi a occuparlo. Le vostre lettere diventano così un vero e proprio 'giornale nel giornale' nelle quali segnalare notizie, curiosità, fatti che vi hanno impressionato, entusiasmato, indignato. Oppure potete semplicemente mandare i vostri commenti ai nostri articoli; saranno per noi uno strumento importante di confronto, di critica costruttiva e quindi di analisi. 

Ma Le Tiroir è anche uno spazio di attualità per riflessioni e spunti polemici; è uno spazio per recensioni di cultura e spettacolo, per segnalazioni da condividere. E’ anche un passaparola tra di voi e con noi su appuntamenti, eventi, scadenze che magari noi stessi abbiamo dimenticato di riportare.

Insomma, su Le Tiroir sono i cittadini-lettori a diventare protagonisti della comunicazione e fornirci così ulteriore stimolo di crescita redazionale. Non esitate, ora tocca a voi; noi vi aspettiamo.

 

red.laprimalinea.it

Ti potrebbero interessare anche: