Cronaca | 16 marzo 2023, 07:54

Addio a Silvano Meroi, ex capo della Protezione Civile valdostana

L'ingegnere Silvano Meroi

L'ingegnere Silvano Meroi

Dopo una lunga malattia polmonare che non gli ha dato scampo è morto ieri a 67 anni l'ingegnere aeronautico valdostano Silvano Meroi, di Gignod, professionista 'centrale' per il sistema della Protezione Civile valdostana che guidò per anni prima di divenire  dirigente nella Protezione Civile nazionale a Roma.

Era stato presidente, fino al 2022, della società Sitrasb, la società italiana che gestisce in concessione il 50% del traforo del Gran san Bernardo che collega l'Italia alla Svizzera.

"É stato un grande ingegnere - lo ha ricordato l'assessore Luciano Caveri in un tweet - esperto a livello nazionale nella Protezione Civile, Presidente del Traforo del Gran San Bernardo, ma soprattutto uomo di vivida intelligenza, valdostano di cuore con grande senso dell’umorismo".

 

"La comunità valdostana – afferma il Presidente della Giunta, Renzo Testolin - perde uno dei suoi figli migliori. Silvano Meroi, deceduto dopo una lunga malattia affrontata con coraggio, ha saputo dare alla nostra regione la sua intelligenza e la sua inventività, contribuendo al rafforzamento tecnico e organizzativo di un sistema di Protezione civile che ci colloca in questo settore tra le realtà più avanzate del Paese”.

“Il contributo dell'ingegner Meroi – prosegue il Presidente - non si è fermato ai confini valdostani, ma le sue competenze di altissimo livello tecnico-scientifico sono state apprezzate anche nell’ambito del Dipartimento nazionale della Protezione civile e in diversi interventi in Italia e all’estero. Come Presidente della Sitrasb il suo lavoro è stato fondamentale per una rapida riapertura del traforo del Gran San Bernardo dopo l’incidente del settembre 2017.  Alla famiglia esprimiamo le condoglianze di tutto il Governo regionale”.

 

 

red.laprimalinea.it

Ti potrebbero interessare anche: